Valori

Se il bambino diverso o emarginato, protagonista delle favole classiche, era oggetto di pietà e commiserazione, nelle fiabe moderne c’è il riconoscimento del valore della diversità, mai come oggi, di fronte al dominio incontrastato di internet e della televisione, la lettura che è anche disciplina interiore della parola e dei significati che ad essa diamo, è l’unico strumento che fa crescere liberi, che rinsalda i legami affettivi e offre contenuti veri alla vita quotidiana. Il bambino che, attraverso la fiaba, entra in contatto con il mondo delle disabilità, ha ottime possibilità di diventare un adulto veramente libero. Al giorno d’oggi la diversità non è più sinonimo di paura, ma è accoglienza, è tendere una mano, è un abbraccio vero e sincero, è voglia di condividere, è amare.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Post a comment