Schizofrenia

La schizofrenia è una psicosi caratterizzata dalla persistenza di sintomi di alterazione del pensiero, del comportamento e dell’affettività, da un decorso superiore ai sei mesi, con forte disadattamento della persona ovvero una gravità tale da limitare le normali attività di vita della persona. La schizofrenia non implica di per sé alcuna “doppia personalità” o “disturbo di personalità multipla”, una condizione con la quale viene però spesso erroneamente confusa nella percezione comune e presente invece in alcune sindromi dissociative. I sintomi più comuni includono allucinazioni, deliri, discorsi disorganizzati. È accompagnata da un significativo deficit nella vita sociale e professionale.

I bambini affetti da schizofrenia spesso appaiono svogliati, oppressi dalle figure genitoriali, chiusi in un mondo immaginario in cui spesso si creano una sorta di amico con cui parlare, litigare, ridere… Il trattamento nei bambini in tenera età è sostanzialmente psicoterapeutico e fondato sull’uso di giochi che divengono per lo psicoterapeuta uno strumento per conoscere ed aiutare il bambino ad “uscire fuori”. L’uso dei psicofarmaci resta molto spesso un caso limitato ad una prima fase iniziale e volto a mitigare uno stato di eccitamento del bambino.

Gli individui affetti da schizofrenia spesso abbandonano la vita sociale, la sciatteria nel vestire e nell’igiene personale, la perdita di motivazione e di giudizio sono tutti elementi comuni in questa malattia. Si osservano spesso difficoltà emotive, come mancanza di reattività. Difficoltà nel lavoro, nella memoria a lungo termine, nell’attenzione e nella velocità di elaborazione anche delle pratiche comuni si verificano frequentemente. La schizofrenia si può e si deve curare.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Post a comment