Progetto LudocAndo

Ogni bambino è unico ed irripetibile, con un proprio stile cognitivo, strategia di apprendimento, forma espressiva e comunicativa. Quando si tratta, però, di un bambino disabile l’unicità, quindi la diversità, è vissuta quasi esclusivamente nella sua accezione negativa. La scuola pertanto, deve prendere atto di tali diversità che si rivelano fondamentali negli alunni portatori di handicap, ed impegnarsi ad attuare interventi operativi sempre più qualificati mediante specifiche articolazioni didattiche individualizzate, atte a valorizzare le capacità e le conoscenze di ciascun alunno. Purtroppo, nel sistema scolastico del nostro territorio, non sempre questo avviene o non avviene nei tempi e nei modi corretti. È per questo motivo che nasce il progetto LudocAndo: il suo scopo, è quello di migliorare la qualità della vita (scolastica e quotidiana) dei soggetti coinvolti.

Il progetto è rivolto a 12 bambini affetti da disabilità che frequentano le tre scuole primarie statali del territorio di Nola (NA). Il tessuto sociale è in continua evoluzione ed è composto da circa 33.000 abitanti e circa 10.000 famiglie che pagano l’assenza di un’entità economica della Città, ciò ha condotto ad un aumento delle famiglie in difficoltà fino a raggiungere una soglia del 5% delle stesse, con una percentuale più alta sia rispetto alla media nazionale che quella regionale. La scelta dei bambini avverrà attraverso due criteri. Individuando in base al modello ISEE i nuclei familiari a basso reddito; Bambini con famiglie mono genitoriali. LudocAndo si svolgerà presso la nostra struttura sita a Nola in Via Dei Mille 50, in un’aula di circa 34 mtq nella quale i bambini saranno suddivisi in 3 gruppi da 4 persone. Ci saranno interventi mirati con l’ausilio di 3 educatori specializzati, che tengano conto del fabbisogno di ogni singolo bambino, sia nelle attività didattiche che in quelle ludico ricreative. La prima parte degli incontri sarà realizzata nel supporto delle attività scolastiche, mentre la seconda parte sarà destinata a laboratori di arte terapia, musico terapia, clown terapia, cineforum e nuoto.

Con questo progetto si intende dare delle risposte qualificate e corrette ai bisogni di autonomia, socializzazione ed integrazione sociale di cui hanno bisogno i minori diversamente abili e le loro famiglie, sia attraverso l’attivazione di nuove risorse che attraverso percorsi di lotta alla dispersione scolastica.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Post a comment