Musicoterapia

Le finalità del laboratorio possono essere così riassunte:

  • riscoprire le infinite risorse e capacità espressive e creative con particolare riferimento al linguaggio sonoro-musicale;
  • sviluppare e approfondire una buona capacità autovalutativa delle complesse dinamiche che si attivano nel corso di una relazione di aiuto;
  • approfondire e riflettere sul significato originario del “curare” o “prendersi cura” della persona come possibilità di osservare, analizzare e farsi carico con responsabilità di momenti o eventi di crisi relative ad un individuo o ad un gruppo sociale;
  • porre attenzione al dialogo continuo educatore/bambino, che ha come fine di favorire una reciproca trasformazione in senso evolutivo all’interno del processo interpersonale;

Il bambino durante tale laboratorio, tenuto 2 giorni a settimana avrà la possibilità di:

  • conoscere e riconoscere la propria identità sonoro-relazionale;
  • apprendere l’uso del codice non-verbale e della comunicazione di tipo analogico;
  • imparare ad usare una comunicazione di tipo complesso formata da fenomeni verbali, non verbali e corporei, sempre all’interno del canale non-verbale;
  • sviluppare la capacità di entrare in comunicazione con i propri livelli regressivi;
  • sviluppare la consapevolezza dei conflitti che si producono nell’uso del canale non-verbale;
  • favorire la conoscenza dei processi di transfert e controtransfert;

Il laboratorio deve essere capace di percepire e gestire il contesto non-verbale, attraverso l’uso dello strumento corporo-sonoro-musicale, al fine di instaurare una relazione stabile con il bambino, che all’interno di questo contesto può trovare delle possibilità di recupero delle proprie parti sane e di modificazione della propria percezione del sé. La attività dà valore sia allo studio teorico che alla formazione pratica.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Post a comment