I Fondatori

Siamo un gruppo di persone che hanno deciso di unirsi per ricercare adeguate strategie e modalità per il superamento delle problematiche che l’handicap o un contesto inadeguato propongono, nella consapevolezza che una vita autonoma ed indipendente per i nostri figli non è un’utopia, ma un obiettivo da raggiungere attraverso un progetto di vita con l’emozione di conoscere ed il desiderio di esistere. Abbiamo scelto un’associazione di promozione sociale in quanto ci prefiggiamo degli obiettivi di utilità sociale e non di solidarietà, inoltre i beneficiari principali delle attività dell’Associazione sono normalmente gli stessi soci e, solo in via residuale, soggetti terzi.

L’Associazione ha come finalità principale quella di realizzare progetti che favoriscano, promuovano e potenzino una migliore gestione delle esigenze lavorative e di vita familiare delle persone con bisogni speciali nella vita quotidiana.

L’Associazione intende promuovere la ricerca per la realizzazione di progetti formativi e di intervento sempre più adeguati per educare ad una mentalità originale e creativa finalizzata a devolvere competenze nel rispetto ambientale e culturale, favorendo al massimo i potenziali di sviluppo delle persone e ponendo in primo piano la donna e le persone con deficit, in quanto frequenti vittime di discriminazione.

L’Associazione, con particolare attenzione ai bambini con deficit, propone lo sviluppo di itinerari didattici e formativi, e si impegna a ricercare e a produrre documentazione e ausili didattici verificati e valutati scientificamente per superare le difficoltà di apprendimento e di insegnamento, che vanno dai più tradizionali a quelli dell’informatica multi ed ipertestuale, alle tecnologie più avanzate finalizzate a far nascere “l’Emozione di Conoscere e il Desiderio di Esistere”.

Il metodo “Emozione di Conoscere” e il modello empatico relazionale sono alcuni dei fondamenti a cui l’Associazione si ispira per promuovere nelle persone con bisogni speciali e nelle loro famiglie la capacità di progettare, per realizzare le potenzialità di sviluppo presenti nelle persone e nel mondo. Le problematiche dell’integrazione e dell’inclusione portano l’Associazione ad assumer come riferimento quei principi che promuovono la reciprocità, la mutualità, l’aiuto reciproco, l’educazione alla differenza, alla pace, all’incontro con l’altro, al piacere di esistere, al desiderio di conoscere. Principi che si appellano ai valori etici ed alla qualità della vita. L’Associazione è estranea a qualsiasi partito ed a qualsiasi manifestazione politica, religiosa e razziale.

 

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Post a comment