Il piano amplia e integra l’offerta formativa già promossa e divulgata dall’Istituto. La scuola che offre una vasta scelta di percorsi formativi in quanto racchiude diversi indirizzi di studio altamente professionalizzanti, ha lo scopo di investire su ulteriori percorsi formativi in grado di far emergere, dimostrare e concretizzare i saperi appresi, attraverso azioni volte allo sviluppo di competenze trasversali con particolare attenzione alla diffusione della cultura imprenditoriale. Lo scopo del piano è quello di creare una relazione tra i saperi e la realtà che sia duratura e concreta. Lo scopo dei vari interventi nell’ambito dell’ “educazione all’imprenditorialità” è quello di sviluppare la conoscenza delle opportunità e delle modalità di “fare impresa”, di promuovere e rafforzare la capacità di pensare, organizzare e realizzare un’idea progettuale, sviluppare competenze trasversali soprattutto rispetto alla capacità di organizzazione/progettazione e di sapersi relazionare. Nel contesto imprenditoriale le competenze interpersonali sono le capacità che possono essere considerate, forse, le più importanti, specialmente oggi, nell'era del villaggio globale. Imprenditori e manager devono saper creare il tessuto relazionale e pertanto devono, necessariamente, imparare le tecniche del relazionamento attraverso l'ottimizzazione della capacità comunicativa e persuasiva.
Sostiene Dale Carnegie «C'è un solo modo per ottenere da qualcuno quello che vogliamo. Fare in modo che l'altra persona sia indotta a desiderare quello che vogliamo noi». Il riuscire nell’imprenditorialità e nel pensare ad un’idea di successo è possibile se si è in grado di fare un’attenta analisi di contesto, ovvero riuscire a vedere dal punto di vista dell'altra persona, mettendosi nell'angolo di visuale altrui. L’imprenditorialità comprende le competenze legate alla capacità di generare idee (creatività, visione, problem-solving), e di cogliere opportunità (valutare idee, pensiero etico, etc.). lo scopo è quello di sviluppare negli studenti una visione imprenditoriale, ossia atteggiamenti di consapevolezza delle proprie capacità, motivazione e perseveranza, capacità di dare valore alle idee degli altri e di mobilitare risorse. Questa regola che sembrerebbe semplice e ovvia è, nella maggior parte dei casi, disattesa, eppure solo grazie ad essa è possibile suscitare negli altri la nostra stessa volontà. Sulla base di queste premesse la Scuola aderisce ai seguenti moduli:
1) Conoscenza delle opportunità e delle modalità di “fare impresa” il cui scopo è quello di stimolare i giovani all’intraprendenza, educarli all’imprenditorialità, maturando in loro autonomia.
2) Rafforzamento delle competenze per lo sviluppo di un’idea progettuale atto a sostenere la creatività e l’originalità e a stimolare e concretizzare idee progettuali.
3) Sviluppo delle competenze organizzative e relazionali che intende favorire lo sviluppo di abilità e competenze trasversali funzionali alla crescita personale e professionale.
Gli incontri previsti per le attività progettuali saranno presieduti da figure esperte, con competenze tecniche-professionali, specialisti della comunicazione e delle dinamiche di gruppo , aspetti salienti nel mondo dell’imprenditorialità. Gli esperti saranno coadiuvati da un tutor d’aula che supporterà le attività e stimolerà i ragazzi all’apprendimento e all’azione condivisa con i compagni.
Le attività saranno proposte con modalità interattiva e coinvolgente, i ragazzi, infatti, vivranno l’esperienza di un vero e proprio contesto aziendale, sperimentando rapporti tra colleghi, i processi comunicativi, le problematiche, lo stress.

Ricomincio da me!

Il laboratorio, in un’ottica di sviluppo armonico e completo del formando, intende favorire lo sviluppo di abilità e competenze trasversali funzionali alla personale crescita personale e professionale. La continua evoluzione del mondo del lavoro, la flessibilità che oggi caratterizza le professioni, la necessita di rinnovare costantemente il proprio sapere, l’adattabilità e poliedricità, sono, oggi, alcuni tra gli elementi richiesti dalla filiera produttiva che non si ferma più solo alla presenza di requisiti tecnico-professionalizzanti ma necessita di professionisti e consulenti “completi” sia al punti di vista tecnico che socio-relazionale. La stessa diffusione di aziende miste, che si avvalgono, cioè di consulenti e professionisti di vario genere, crea spesso team di lavoro complessi chiamati a mettere insieme plurimi saperi per dar vita ad idee originali e star up economicamente innovative.
Ne deriva, quindi, la necessità di favorire e promuovere lo sviluppo di competenze spesso sopite o latenti che, nello svolgimento delle tipiche attività formative , sono poco chiamate in causa e quindi poco allenate.

IO...imprenditore di me stesso!

L’educazione all’autoimprenditorialità costituisce uno degli obiettivi pedagogici più efficaci per la crescita personale e l’orientamento professionale. L’idea progettuale, riflettendo sulla situazione lavorativa attuale, ha come scopo quello di spronare i giovani a dedicarsi ad attività indipendenti, offrendo programmi didattici che formino una professionalità non solo sotto l’aspetto tecnico, ma anche sotto il profilo imprenditoriale che comporta la messa in campo di plurime conoscenze e competenze tese a favorire l’inserimento nel mercato del lavoro. Le attività progettuali in particolare non proporranno un semplice orientamento legato alle opportunità lavorative ma centreranno ogni intervento sulla persona e sullo sviluppo creativo. La pedagogia dell’autoimprenditorialità implica il superamento di un insegnamento essenzialmente astratto e l’assunzione di una forma mentis pratica e concreta capace di aiutare il giovane ad applicare il proprio sapere in contesti di vita reali, sollecitandolo nell’esercizio di abilità e competenze altre quali problem solving e setting. La scuola, si trasforma in questo caso da agenzia di formazione e socializzazione ad incubatore di idee per dar vita a nuove start up.

Dal dire al fare...bisogna saper pensare!

Il progetto scaturisce dall’esigenza di promuovere lo 'Sviluppo Giovanile', supportando concretamente i giovani sia in termini di affiancamento al lavoro autonomo che come orientamento al mondo della formazione e delle opportunità lavorative. Un supporto significativo atto a sostenere la creatività e l’originalità e a stimolare e concretizzare idee progettuali accompagnando i giovani nell’acquisizione di competenze progettuali, strategiche ed operative. L'obiettivo generale del progetto è quello sostenere la crescita professionale degli studenti fornendo loro non solo conoscenze e competenze tecnico/professionali ma anche strumenti e chiavi di lettura del sistema lavorativo funzionali allo sviluppo di una forma mentis orientata all’imprenditorialità e allo spirito di iniziativa.

CODICE FISCALE 92046470636

privacy policy

La privacy policy deve informare gli utenti circa la tipologia di dati personali raccolti, l’identità e le informazioni di contatto del titolare del trattamento e i diritti degli utenti. Ogni paese ha leggi specifiche che obbligano ad informare gli utenti su come i loro dati personali vengono trattati, online e offline. Per farlo è necessaria una Privacy Policy. È fondamentale generare una privacy policy per i siti web. Assicurarsi di aver inserito all’interno del documento ognuno dei servizi usati dal sito web. Bisogna assicurarsi di aver inserito all’interno del documento ognuno dei servizi usati dal sito web. Le condizioni generali, o termini di servizio, è il documento che disciplina il rapporto contrattuale fra il titolare del servizio fornito dal sito web e l’utente. In questo documento vengono definiti i termini di utilizzo dei contenuti e del servizio, nonché le eventuali modalità di pagamento, di consegna o sospensione dell’account. Particolare rilevanza è assunta dalle clausole relative alla limitazione di responsabilità nel caso di malfunzionamenti del sito web, di rimborsi o di episodi di utilizzo non consentito del sito e dei suoi contenuti. A questo si aggiunge il rispetto delle procedure interne circa le norme in tema di commercio elettronico e di tutela del consumatore. I termini di servizio rappresentano il documento in relazione al quale viene valutata la responsabilità del titolare nei confronti dell’utente in caso di controversie relative al servizio fornito. Le condizioni generali sono fondamentali per difendersi in caso di abusi.
All Rights Reserved - Copyright © 2021 - Il Cielo di Sara