Cos’è la Disabilità?

Prima di analizzare le difficoltà e i pregiudizi che i disabili devono far fronte ogni giorno è utile chiarire cosa s’intende per disabilità. Oggi si ritiene opportuno parlare di diversamente abile piuttosto che disabile o handicappato, termine in disuso, poiché è modificata la visione del soggetto a cui questo aggettivo si riferisce. Per disabilità s’intende la carenza o la restrizione, conseguente ad una menomazione nello svolgere un’attività nei modi e nei limiti ritenuti normali per un essere umano. Tale definizione mette in evidenza i deficit del diversamente abile sottolineando le differenze da ciò che è o non è in grado di fare rispetto a ciò che la società si aspetta da lui, in base all’età, al sesso e alla categoria sociale. Il concetto di disabilità è meno semplice da definire rispetto a quello di menomazione. La disabilità è la conseguenza pratica della menomazione e questo termine indica ciò che è in grado di fare e ciò che non riesce a fare: esso perciò riguarda la sfera delle attività. Una menomazione del linguaggio comporta una disabilità nel parlare. Una menomazione del linguaggio comporta una disabilità nel parlare. Una menomazione dell’udito produce una disabilità nell’ascoltare. È così per quanto riguarda le menomazioni della vista, che determinano una disabilità nel vedere.

Per fortuna non esiste un “pianeta handicap”, le persone disabili vivono tra noi e noi traiamo benefici dalla loro presenza, proprio come loro traggono vantaggi dal vivere insieme in un mondo di uguali e diversi.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Post a comment