COME OPERA LA CLOWNTERAPIA

Il principio di fondo della clown terapia è quello di rendere più umano l’ambiente ospedaliero e di costruire una nuova immagine di medico che risponda in modo affettuoso al malato e lo accolga non tanto come tale ma come persona nella sua globalità. Curare significa prendersi cura del paziente con ogni mezzo: l’arte, la musica, il teatro, il gioco e la comicità sono strumenti utili a strutturare un ambiente più ampio rispetto a quello restrittivo della” patologia”. La clown terapia è la disciplina con la quale normalmente si identifica la pratica di portare il sorriso ed il buonumore negli ospedali e nei centri per disabili. È stata resa famosa in ambito medico dal Dottore Hunter Patch Adams, ma è, in realtà l’applicazione ospedaliera di un concetto più grande ed esportabile in ogni ambiente e contesto. Fare comico-terapia è, una filosofia di vita, da usare nell’ambiente quotidiano, con il vicino di casa, il collega di lavoro, il fornaio, il fruttivendolo. Vale la pena di chiarire che non esiste “un metodo di comico-terapia”. Ciascuno deve farlo a suo modo, in funzione della situazione. Dell’ambiente delle proprie capacità creative ed espressive e del vero “bisogno” della persona che intendiamo aiutare. L’insegnamento più grande che Patch Adams ci dà è di considerare che “ogni individuo può essere una persona che sta per morire”; se guardiamo il nostro prossimo con questo semplice” pensiero” ci verrà spontaneo essergli “amici”, diventare più gentili e tolleranti, favorire l’instaurarsi di armonia, serenità e gioia. Per svolgere questa attività, e per capire in che modo ci è possibile aiutare il prossimo è necessario “guardare oltre” o, magari “guardare attraverso il problema apparente”, per vederne le cause, per ammettere che in ogni cosa ci può essere una spiegazione diversa da quella accademica ma altrettanto valida. Trovare quella (o almeno cercarla) significa andare verso l’origine del problema, bloccare la sorgente della malattia e non i sintomi di essa.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Post a comment