BAMBINI SPECIALI

Il bambino è Speciale sempre, pertanto deve godere di tutti i diritti in egual modo al bambino normodotato. I diritti devono essere riconosciuti a tutti i bambini, senza eccezioni, senza distinzioni o discriminazioni di razza. Per speciale s’intende non comune, fuori dall’ordinario, di genere particolare ed è proprio per questo che essere speciale è un’eccezione alla norma. Quella che oggi si chiama disabilità è una condizione sociale, biologica ed esistenziale sempre esistita nella storia dell’umanità. Le persone con disabilità non sono sempre state considerate e trattate nello stesso modo. Nelle diverse epoche si modificano le paure e i pregiudizi di cui sono stati oggetto i disa­bili, i trattamenti sociali e i discorsi costruiti attorno a essi. La disabilità, in una formale armonia, torna a ridurre l’individuo (persona che ha una disabilità) al deficit sotto la maschera di un suo immaginario superamento. Questo bisogno è più forte oggi che gli incidenti stradali, gli infortuni sul lavoro, i tumori incidono sulla percezione collettiva del fenomeno, facendo vedere la disabilità sempre più come una minaccia vicina che può riguardare tutti. I bambini speciali sono semplicemente bambini.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Post a comment