B.E.S.

B.E.S. sta per “bisogni educativi speciali”. Per alcuni studenti può accadere che affrontare il percorso di apprendimento scolastico sia più complesso e più difficoltoso rispetto ai compagni. Ogni alunno con continuità o per determinati periodi, può manifestare Bisogni Educativi Speciali, per motivi fisici, biologici o anche per motivi psicologici, sociali, rispetto ai quali è necessario che le scuole offrano adeguata e personalizzata risposta. Gli obiettivi principali sono quelli di saper scegliere le tecnologie più adeguate per sostenere gli studenti BES; mettere l’allievo in condizione di sapere essere in grado di scrivere e leggere attraverso l’uso del testo elettronico; insegnare a sapere usare schemi, diagrammi e mappe per semplificare o sintetizzare i concetti chiave. Grazie al riconoscimento dei Bisogni Educativi Speciali viene esteso a tutti gli studenti in difficoltà il diritto alla personalizzazione dell’apprendimento. Negli ultimi decenni si è osservato che la dicotomia che veniva operata nelle scuole tra alunni con disabilità e alunni senza disabilità non rispecchia pienamente la complessità delle nostre classi dove incontriamo studenti che vivono una difficoltà o uno svantaggio scolastico con caratteristiche assolutamente diverse da un alunno con l’altro e difficilmente inseribili nella discriminante tradizionale (disabilità\ non disabilità). In ogni classe ci sono alunni che presentano una richiesta di speciale attenzione per una varietà di ragioni. Nel variegato panorama delle nostre scuole la complessità delle classi diviene purtroppo sempre più evidente.

Facebooktwitterredditpinterestlinkedinmail

Post a comment