Aiutando con la Musica

Spesso per i ragazzi con disabilità di vario tipo, o con patologie quali l’autismo che compromettono più aree della persona possono trovare aiuto nella musica. In questi casi ma soprattutto nei più piccoli gli esercizi da fare sono molteplici, dovendo andare ad agire su più canali per sviluppare diverse competenze cognitive, linguistiche, motorie. Iniziare dalla famiglia è un primo passo importante, un colloquio con la famiglia ed un incontro conoscitivo dell’allievo, per poi stilare un elenco di obiettivi a breve e lungo termine, compilare una prima valutazione di competenze sia musicali sia globali. Importante è creare un programma con lezioni-tipo per creare un percorso individualizzato e basato su caratteristiche, difficoltà, interessi e potenzialità dell’allievo. Gli obiettivi, il programma e le valutazioni devono essere riviste e nuovamente somministrate in itinere ed a fine anno, quando sarà consegnato tutto il materiale sia ai genitori che ad insegnanti di scuola e terapisti, con i quali ci deve essere sempre un colloquio per condividere gli obiettivi. Nei casi di disabilità più complesse, è il caso di utilizzare qualsiasi mezzo musicale a disposizione per far sì che l’allievo riesca ad avere il giusto approccio. La musica, insomma, è davvero importante basta solo cercare il giusto inserimento.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Post a comment